lunedì 31 gennaio 2011

Comic Who: Regeneration - Part 1



Comic Who: Regeneration - Part 1: "Well, the right quote was: 'I might have two heads! Or no head! Imagine me with no head - and don't say that's an improvement.' but I though..."

domenica 30 gennaio 2011

venerdì 28 gennaio 2011

Actor Meme - Tala e Klaus


Ed ecco cosa faccio invece di lavorare ._______.
GAhahahahah

Ho scelto Tala e Klaus perchè il progetto che sento di +... e forse chissà, quest'anno riuscirò a farlo finalmente decollare! <3

giovedì 27 gennaio 2011

Alit - Illustrazione Elisa Moriconi

Nella sezione dedicata ai tutorial di Kinart potete trovarne uno mio su come realizzo le illustrazioni in B/N per la serie di libri di Alit editi dal Ciliegio. L'illustrazione è questa:



Ringrazio Ketty Formaggio per averlo pubblicato, lo potete trovare qui:
Alit - Illustrazione Elisa Moriconi

Spero possa essere utile! :)

F.A.Q. a cura di.... Gianluca Garofalo





#1 - HAI FREQUENTATO SCUOLE DI DISEGNO (SUPERIORI, ACCADEMIE, UNIVERSITA', CORSI PRIVATI)? SE SI QUALI?

Ho frequentato il liceo artistico, ma poi mi sono iscritto alla facoltà di medicina veterinaria di Perugia per passare, dopo venti esami sostenuti, ad architettura, a Roma. Non mi sono laureato. Nel 2000 partecipai al concorso per illustratori della fiera del libro per ragazzi di Bologna e fui selezionato sia per la sezione fiction che per quella non fiction. In quest’ultima sezione mi assegnarono la copertina dell’annual. Da quel momento la mia carriera di illustratore ebbe inizio in modo concreto. Mi sono iscritto anche all’accademia di belle arti, in seguito. Più per ampliare le mie vedute che per altro. Ho resistito molto poco, però. Ho incontrato una mentalità, soprattutto nel corpo docente, che non mi è piaciuta affatto.

#2 - QUALI ERANO LE MATERIE / I CORSI CHE COME PRINCIPIANTE HAI SEGUITO CON MAGGIOR PIACERE E TI SONO RISULTATI PIU' UTILI?

Tutto quello che ho studiato mi è stato utile. Ogni corso per un motivo diverso. Il liceo artistico mi ha dato una base, anche se minima. Veterinaria mi è stata utilissima per avere uno sguardo più attento nell’illustrazione naturalistica. Architettura mi ha insegnato un metodo progettuale che non ho mai più abbandonato.

#3 - QUALI SONO INVECE QUELLE MATERIE / CORSI CHE CHE PENSI RIUSCIRESTI ADESSO A FREQUENTARE CON MAGGIOR PROFITTO?

Una domanda difficile. Probabilmente, con la pratica e l’esperienza che mi viene da dieci anni di questo mestiere, credo che potrei affrontare le materie legate al disegno e alla pittura, in generale, con una consapevolezza differente.

#4 - HAI INCONTRATO DIFFICOLTA' AD AVVICINARTI A QUESTO LAVORO UNA VOLTA FINITI GLI STUDI? SE SI, QUALI?

Le difficoltà, come in ogni mestiere, sono quotidiane e non credo possano mai esaurirsi. Nello specifico, la difficoltà maggiore, forse, è stata quella legata alla necessità di comprendere cosa potesse essere utile a un editore. Capire che un art director non è sempre una persona in grado di immaginare cosa potresti fare partendo dalle immagini che gli stai proponendo, è stato un grande passo. Una buona illustrazione non coincide necessariamente con un buon disegno. A volte questo non è sufficiente. Un’altra difficoltà potrebbe essere stata quella di dare un valore, di costruire un prezzo per le mie illustrazioni. Ovviamente, poi, trovare un committente, un editore che ti pubblichi, non è impresa da poco. Devo dire che in quest’ambito sono stato favorito dalla copertina dell’annual.

#5 - QUALE PENSI SIA IL MIGLIOR MODO PER TROVARE LAVORO IN QUESTO AMBIENTE (COLLOQUI, FREQUENTARE LE FIERE DI SETTORE, INVIARE MATERIALE, ALTRO)

Sono convinto che la maniera migliore, in assoluto, sia il colloquio. Telefonare in casa editrice e chiedere come fare per ottenere un appuntamento con il responsabile delle illustrazioni (art director o chi per lui), credo sia sempre un’ottima prassi. Non credo nelle e-mail. Un’e-mail ha poca vita. Anzi, lo trovo un metodo fastidioso. Mi è capitato di ricevere e-mail piene zeppe di immagini e di visionarle con un certo fastidio. Oppure di dimenticarle nella casella di posta elettronica.
Ottimo metodo è anche quello di frequentare le fiere. In queste occasioni si ha modo di visionare l’orientamento editoriale del possibile committente e si può evitare di perder tempo mostrando della naturalistica a chi pubblica soltanto picture book. Inoltre, e non in ultima analisi, si ha la possibilità di incontrare editori provenienti da tutto il mondo. Credo che la fiera serva anche per relazionarsi con gli altri illustratori, per capire come e cosa cambiare del proprio modo di illustrare, per afferrare un trend.

#6 - QUALE FORMA PENSI SIA LA MIGLIORE FRA LE SEGUENTI PER INVIARE I TUOI LAVORI IN VISIONE AD UN EDITORE: E-MAIL (JPG, PDF...) O POSTA TRADIZIONALE (STAMPE, CD-ROM)?

Assolutamente posta tradizionale, ma solo in seguito ad un accordo precedente. Anche l’e-mail può andare bene, senza contraddirmi. Anzi, alla fine è il metodo che uso maggiormente, ma non per stabilire un primo contatto che parte da me. Mando delle e-mail con immagini solo se è l’editore stesso a richiedermelo. Questo è molto importante. Il primo contatto e, quindi, il primo invio di tavole in visione, va sempre concordato con il destinatario.

#7 - MEGLIO INVIARE PROGETTI (PER LIBRI,/FUMETTI/ANIMAZIONE, PROGETTI DI GIOCHI, ECC) O TAVOLE SFUSE? iN CHE CASI PUO' ESSERE MEGLIO FARE L'UNA O L'ALTRA SCELTA?

Tutto dipende da cosa si vuole proporre. Se siamo degli illustratori “puri”, credo sia meglio proporre delle illustrazioni senza aggiungere altro. Non è detto che se siamo dei discreti illustratori sappiamo anche scrivere un testo per l’infanzia. Se, invece, ci sentiamo sicuri anche in campi diversi dall’illustrazione, beh… nulla vieta di proporre dei veri e propri progetti editoriali.

#8 - COME E' ORGANIZZATO IL TUO BOOK / PORTFOLIO DA FIERA?

Ne ho due: uno per la fiction e uno per la non fiction. Il book è uno strumento delicato. Ogni illustratore deve tener bene a mente la “regola d’oro del book”: non è il lavoro migliore a far stabilire il valore artistico dell’intero book, ma il peggiore. Sarà quel lavoro peggiore a far dire ai nostri interlocutori se siamo “promossi” o meno. Quindi, il mio personale consiglio è di essere molto parchi nella scelta delle immagini da inserire nel book. Meglio un disegno in meno che, seguendo la logica dell’abbondanza, abbassare, irrimediabilmente, il livello di tutto il book. Non servono un milione di illustrazioni, ne bastano sette, dieci, ma tutte al livello massimo possibile.

#9 - COME PROMUOVI TE STESSO ONLINE? ELENCACI I LINK DOVE POSSIAMO TROVARTI IN RETE

In realtà sono molto pigro. Ho un blog dedicato alle mie illustrazioni che si chiama KU (un termine giapponese che sta per “vuoto”): http://gianlucagarofalo.blogspot.com/
Un secondo blog dove appaio insieme ai miei colleghi di C.atWork (lo studio di illustrazione, grafica e progetti editoriali che abbiamo tirato su):
http://c-atwork.blogspot.com/
Un sito che non aggiorno mai:
http://www.gianlucagarofalo.com
Un blog dove inserisco gli studi e gli schizzi che faccio sulle mie moleskine (le molesKUine):
http://moleskuine.blogspot.com/
Per il resto, mostro con piacere le mie illustrazioni su Facebook, ma più per condividerle con gli amici, per avere uno scambio di vedute tra colleghi, che per promozione:
http://www.facebook.com/GLUCKakaKU


#10 - LA CORREZIONE DA PARTE DI ALTRI E' FONDAMENTALE, MA LO E' ANCHE IMPARARE AD AUTOCORREGGERSI E A TROVARE L'ISPIRAZIONE PER FARE COSE NUOVE MAI FATTE PRIMA. COME TI MUOVI QUANDO DEVI AFFRONTARE UN LAVORO NUOVO?

È vero. Rinnovarsi e crescere, tecnicamente e nel linguaggio, è molto importante. In questo identifico la “correzione”. L’ispirazione la trovo guardando le opere dei maestri, dei pittori del passato, ma anche osservando il lavoro di molti miei colleghi.
Generalmente, quando mi è commissionato un nuovo lavoro, la prima cosa che faccio è cercare di capire cosa desidera l’editore. Che tipo di linguaggio cerca? Qual è il target? Che tipo di colore vuole? Mostro alcuni esempi al committente e cerco di farmi dire quali tra questi si avvicina di più alla sua idea. Ho una produzione piuttosto eterogenea, per questo ho bisogno di capire molto bene il motivo per cui l’editore abbia deciso di affidare a me l’incarico. Cos’ha visto che gli ha fatto prendere la decisione di mettersi in contatto con me.
Capito questo, fondamentalmente, mi allineo alla scelta, ripercorro i processi che mi hanno portato verso quelle immagini e, contemporaneamente, cerco di migliorarne il risultato.
Anche i nostri interlocutori in casa editrice (art director, grafici, editor…) vanno ascoltati. L’illustrazione di un libro, per quanto possa apparire assurdo, è un lavoro che coinvolge un intero team di persone. Pretendere di fare gli “artisti” e di essere gli unici depositari dei segreti dell’illustrazione, è un comportamento stupido.
Se, invece, il lavoro in questione esula completamente dal mio background, dedico molto tempo allo studio (compresi molti esercizi di copia pura e semplice) di autori che, al contrario di me, sono pertinenti con la richiesta. Questo lavorio può durare anche qualche settimana. Alla fine, abituata la mano alla “nuova regola”, tiro fuori qualcosa di personale.
Mai smettere di studiare!

mercoledì 26 gennaio 2011

domenica 23 gennaio 2011

Cinque Non Consigli dal blog "Le figure dei libri"

Riporto i 5 non-consigli di Anna Castagnoli che trovate in questo interessante post sul salone del libro di montreuil e vi invito a leggere questo blog bellissimo!


"CINQUE NON-CONSIGLI:
NON mettete nella cartella disegni eterogenei, anche se spiegate all’editore che alcuni sono vecchi e altri nuovi, l’editore resterà col dubbio che voi non abbiate ancora uno stile vostro. Mettete nella cartella una decina di disegni minimo e una ventina massimo.
NON raccontate all’editore tutte le vostre lacune, i vostri difetti, il perché non avete ancora fatto, non siete ancora, non riuscite a… siete lì per vendere il vostro lavoro, se non ci credete voi chi ci potrà credere? Se non avete ancora pubblicato non è un demerito, molti editori cercano nuove stelle da lanciare. Siate fieri del vostro lavoro.
NON fate scena muta come se i vostri disegni potessero parlare da soli. L’editore è interessato a due cose: ai vostri disegni e a sapere che voi siete delle persone emotivamente abbastanza stabili da lavorare come dei professionisti. Siate adulti, tranquilli. State facendo un colloquio di lavoro.
NON andate impreparati sulla casa editrice con cui avete appuntamento. Fatevi un giro sullo stand prima dell’appuntamento per vedere le ultime novità uscite. Potete tranquillamente dire che adorate quello che fanno e che vi piacerebbe moltissimo poter collaborare con loro.
NON è indispensabile lasciare fotocopie delle vostre opere (potrete spedirle alla casa editrice in un secondo tempo), ma un biglietto da visita sì. Se non l’avete preparate prima di partire alcune fotocopie di un vostro lavoro con i vostri dati sopra.
Tutti gli editori parlano inglese e in generale hanno pazienza (o la fingono bene) con illustratori che a gesti spiegano le loro tavole. Gli appuntamenti durano circa dai dieci minuti ai venti. Ogni coppia editore-illustratore ha a disposizione un tavolino e due sedie. Ricordatevi di segnarvi su un foglio nome e cognome della persona che vedrete per indirizzare poi a lei, in un secondo tempo, le fotocopie dei vostri lavori (potete chiedere un biglietto da visita), e notate su un quaderno le tavole che ha preferito."

mercoledì 19 gennaio 2011

La leggenda di Andalia - Mya - studio n.2

Nuovi studi del personaggio di Mya per il blog "Pagine nel Vento"

Per vedere l'immagine completa affacciatevi e date una sbirciatina qui <3 http://paginenelvento.blogspot.com/2011/01/mya-studio-del-personaggio-2.html

Roba da Disegnatori: Dovrei lavorare gratis?

Roba da Disegnatori: Dovrei lavorare gratis?: "Oggi mi è capitato un diagramma di flusso molto carino, originale ed utile a cura di Jessica Hische. L'ho tradotto! Ingranditelo cliccandoci..."

Morena mi ha segnalato questo fantastico diagramma da lei personalmente tradotto per il blog Roba da Disegnatori!

Leggetelo, ridete.... poi stampatevelo (per la versione più grande andate sul blog di Roba da Disegnatori, trovate il link qui sopra) a mo' di poster e attaccatelo dove potete tenerlo sott'occhio + di frequente XD


martedì 18 gennaio 2011

Header finalmente pronto!


Dopo lungo penare, pensare fare e disfare finalmente l'header di questo blog è pronto! Niente più immagini provvisorie :D
Oltretutto l'ho strutturato di modo da poter cambiare di tanto in tanto qualche elemento, così questo soddisferà il mio desiderio di paciugare ogni tanto senza dover per forza stravolgere tutto. Devo dire che sono contenta :)
Ehi! In questo momento sta spuntando il sole da dietro la casa qui di fronte!
Ciao sole!

domenica 16 gennaio 2011

Vorrei un lavoro come illustratore: da dove partire?

... Boh XDD
Alle volte mi viene da pensarlo ahahah. No, vabbè, qualche nozione di base in questi anni è arrivata alla mia testolina, quindi come sempre cercherò di metterla a disposizione di tutti attraverso uno scambio epistolare di quest'oggi.
Come sempre... nessuna verità rivelata, ad alcuni può dir bene subito, altri potrebbero metterci un po' di più a trovare la loro strada. E come sempre siete tutti invitati a partecipare al post con i vostri consigli ed esperienze :D
Lo so che gira che ti rigira le cose son sempre quelle... ma non si sa mai, magari può servire °___°b

"Ciao, 
volevo innanzitutto ringraziarti per il commento e per aver dato un'occhiata al mio blog. Mi ha fatto molto piacere. 
...
Come ti ho già accennato, sono arrivato al tuo blog cercando consigli su come propormi a editori e case editrici. Adoro disegnare e vorrei tanto riuscere a far diventare questa passione un lavoro (altrimenti si corre il rischio di farla diventare un hobby...). 
Non voglio essere invadente e non voglio rubarti del tempo, ma avrei bisogno di qualche consiglio su come "muovermi" da parte di qualcuno, come te, gia nel settore. 
Il mio stile è molto diverso dal tuo. Credo che, più che illustrazione per ragazzi, il mio modo di disegnare sia indicato per l'illustrazione medica, scientifica o naturalistica. Più di questo non so... non so proprio da che parte muovere il primo passo (ma allo stesso tempo non voglio relegare i miei disegni in una cartellina). 
Spero che tu abbia il tempo di rispondermi perchè sono sicuro che la tua esperienza mi sarà d'aiuto. 
Ancora grazie. 
 
Ciao e buona giornata
P.C.

Ciao,

allora, intanto rinnovo i complimenti per i tuoi lavori che sono davvero belli. 
Quello che posso dirti è di farti intanto una bella ricerca in libreria e in edicola di quelle che sono le testate e le collane in uscita che più si avvicinano al tuo modo di disegnare. In alternativa, se sei un bravo internauta, puoi fare la stessa ricerca direttamente su google (più comodo ma meno divertente :D, dipende se vuoi anche rilassarti e divertirti oppure se devi risparmiare tempo ^__^). 

Una volta che ti sei segnato i tuoi obiettivi cerca i siti web e manda il tuo materiale a tutti gli indirizzi che riesci a trovare. Quelli generici in mancanza d'altro vanno anche bene, quando non riesci a trovare nulla di più mirato (mail di art director, di editori...) ma ricorda che a volte le cose su quelli generali vanno perdute, quindi magari la prima volta scrivi chiedendo di poter avere una mail di riferimento a cui indirizzare il tuo materiale.

Non mandare mai solo l'indirizzo del tuo sito internet perché, a meno che non siano incuriositi da qualcosa, raramente gli editori vanno a spulciarsi tutti i link che gli arrivano.
Se mandi degli allegati ricorda di non fare mail più pesanti di 1 o 2 MB al massimo, con allegati in jpg o pdf mai in alta definizione (tanto nn è importante, l'importante è che si veda il tuo stile). 
Un altro metodo sempre apprezzato è l'invio di CD o di materiale cartaceo per posta.

Tieni conto del fatto che ogni editore, per quanto piccolo  riceve tantissimo materiale e innumerevoli proposte, quindi spesso bisognerà aspettare parecchi mesi. Il mio consiglio è di mandare e dimenticarti di averlo fatto. Meglio rimandare dell'altro materiale più avanti che telefonare per chiedere se quello precedente è arrivato/non è arrivato/che fine ha fatto/è piaciuto. 
Se non ti rispondono spesso le cose sono due: o non interessava il materiale (e a volte non c'entra se è piaciuto o meno, spesso semplicemente non possono accogliere nuovi progetti o collaboratori), oppure non è ancora stato preso in visione. In entrambi i casi chiedere e mettere fretta mette gli editori in una disposizione d'animo non eccelsa... Ma se gli interessi ti richiameranno! Mi raccomando stampa i tuoi recapiti su qualunque cosa mandi, in modo convulso, non si sa mai che un disegno rimanga "isolato" dal resto e  venga notato in un secondo momento... sarebbe triste se a quel punto non ci fosse modo per contattarti! E fai in modo che i recapiti che metti a disposizione siano sempre attivi perché alle volte puoi essere contattato anche a distanza di un anno o più.
Buona fortuna

Elisa"

sabato 15 gennaio 2011

Eccly, Smithy & Tenny


Ecco le versioni chibi dei 3 dottori che ho realizzato per gli header random di http://comic-who.blogspot.com/ :D
Ho in programma altri header con altri personaggini ma per ora.... concentriamoci sulle strip! Il formato sarà diverso da quello delle strip di VDI e usciranno ogni lunedì, a meno di cataclismi imprevedibili XD

VDI - DOCTOR SPECIAL parte 3


Come vedete questa terza e ultima parte è scritta in inglese. Perchè? 
Intanto il proseguo dalla prima strip è nato, come avevo accennato, parlando di come sarebbe stato divertente se Tennant e Smith si fossero uniti alla nostra serata. Da lì il resto. Ma a questo punto non ci siamo fermati, perchè Marco ha avuto mille nuove idee... perchè quindi non aprire un nuovo blog DEDICATO AL SOLO DOTTORE? Siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii
Questa volta in inglese ;)
Seguiteci, mi raccomando! <3

venerdì 14 gennaio 2011

VDI - DOCTOR SPECIAL parte 2


Chiacchierando con Marco ho avuto l'idea per proseguire la strippina di prima... purtroppo non riesco a mettere su la terza parte prima dell'episodio, così dovrete aspettare dopo cena XD

VDI - DOCTOR SPECIAL


Questa striscia inaugura la serie delle strisce speciali "fuori collana" ed è in onore dell'inizio della trasmissione di Doctor Who, il primo episodio della stagione del 2005, con Christopher Eccleston, su Rai4, questa sera alle ore 18.05
Non solo trasmetteranno le serie già trasmesse da Jimmy su Sky, ma doppieranno anche quelle ancora non arrivate in italiano con Tennant e Smith... che dire! Buona visione a tutti!!!! <3

P.S: Il pubblico davanti alla tv è costituito da guest star... alcune le svelerò su facebook ahahaha XD

VDI - Morilisa Adventures "Tutto il tempo del mondo" - N°8


Come potete vedere il titolo si è "evoluto". Ho deciso di aggiungere il sottotitolo "Morilisa Adventures" XD
Alla fine infatti il personaggino sta prendendo vita e sta acquisendo una sua autonomia, quindi mi sembrava un gesto carino dargli un posto nel titolo, dal momento che si tratta delle sue (dis)avventure :D

ENG:  I realized recently that "Vita da illustratore" is followed also by readers from other countries... You may be interested in the english translation of VDI strips? If this interested insomeone, I will translate them with pleasure ^ _ ^

giovedì 13 gennaio 2011

io disegno a modo mio: Post settimanale: illustrazioni PERSONAGGIO STORIC...

Sul blog IO DISEGNO A MODO MIO sono finalmente online le illustrazioni di tutti i partecipanti al topic settimanale sul personaggio storico. Qui sotto riporto la mia, dedicata a Madame de Pompadour. Se siete curiosi di vedere anche gli altri lavori cliccate sul link in basso <3



io disegno a modo mio: Post settimanale: illustrazioni PERSONAGGIO STORIC...: "Un saluto a tutti! Eccoci al nostro secondo post settimanale, anche se è durato più di una settimana per via delle vacanze. Per il post di o..."

mercoledì 12 gennaio 2011

Segnalazione di un Workshop a Milano

Progettare il libro gioco per l'infanzia”
con
Giulia Orecchia
27/28 – gennaio
3/4 – 10 febbraio
Milano

Programma:
il lavoro prevede come partenza l'analisi della produzione di libri pubblicati presenti sul mercato e la visita ad una libreria specializzata.
Sulla base di un progetto editoriale di collana, uguale per tutti i partecipanti, ciascuno elaborerà una propria sceneggiatura, un menabò con le soluzioni cartotecniche e le immagini definitive.
Durante il corso verrà dato ampio spazio al dibattito e al confronto tra l'insegnante ed i partecipanti.
Materiali richiesti:
carta extra strong, cartoncini e cartoni,
forbici, cutter, scotch invisibile, scotch riposizionabile e scotch di carta,
matita dura e matita morbida, gomma, squadre, righe e compasso, i materiali artistici preferiti

Giulia Orecchia lavora come illustratrice per libri e periodici dal 1980. Autrice di libri per l’infanzia ha pubblicato con Mondadori, Feltrinelli, Salani, Coccinella, Giunti, Emme, EL, Piemme, Bompiani, Fabbri. Ha illustrato romanzi, poesie, copertine e progettato libri con invenzioni cartotecniche e sorprese visive. Nel 1986 ha vinto il Premio Andersen-il mondo dell'infanzia per il libro pop-up "Ti faccio bau", migliore libro dell’anno per la fascia 0-6 anni. Nel 1997 il Premio Nazionale di illustrazione per ragazzi Battello a Vapore. Sempre nel 1997 il Premio Andersen quale migliore illustratore dell'anno. Nel 2001 il Premio Andersen con Emanuela Bussolati per "Pollicino verde", miglior libro di divulgazione scientifica dell’anno per la fascia 0-6 anni.

Date&Orari27 gennaio 9.30/14.30; 28 gennaio 9.30/17.30; 3 febbraio 9.30/14.30; febbraio 9.30/17.30; 10 febbraio 9.30/16 (tot. 36 ore)
Costo: 300 euro
Dove: MiMaster Illustrazione Editoriale, presso OPPI - via console Marcello 20 - Milano












MI-MASTER di ILLUSTRAZIONE
Ufficio Stampa - Giacomo Benelli
via console marcello 20 • 20156 Milano • Italy

Hansel e Gretel... Gretel


Sotto ai disegni potete vedere l'amabile caos della mia scrivania <3
Come vedete la tecnica che ho scelto di adottare per il libro si basa prevalentemente su china e acquerello. Per questo disegno ho iniziato colorandole i capelli.


Poi ho fatto la pelle e le zone rosee e subito dopo il vestitino.


Infine le scarpe, la finestra di zucchero e lo sfondo ^__^

martedì 11 gennaio 2011

Hansel e Gretel... Gretel


Oggi giornata di aggiornamenti! <3
Posto una matita del mio libro su Hansel e Gretel con la piccola Gretel che si mangia la finestra della strega XD (sai gli spifferi? :D)
Si va avanti!

VDI - N°7


Direttamente dal "NON PERDIAMO LE SPERANZE" ecco il nuovo aggiornamento con le avventure a colori di Morilisa. Ancora un piccolo sforzo e la vecchia produzione sarà raggiunta.... così darò il via alle nuove storie! XDDDD

Argomenti frequenti

acquarello (8) bologna (13) book (29) bozza (17) bozzetti (13) comic (9) comic who (25) concorso (22) consigli (45) contest (10) copertina (11) corso (22) december (12) dicembre (12) disegno (17) Doctor Who (35) F.A.Q. (11) fiera (24) Hansel e Gretel (12) I miei lavori (54) illustration (25) illustrations (11) illustratore (28) illustrazione (120) illustrazioni (81) Io disegno a modo mio (11) lavori (12) lavoro (102) libri (18) libro (60) livre (13) making of (14) matita (47) matite (37) portfolio (8) Roma (12) schizzi (11) striscia (25) vignetta (19) vignette (27) vita da illustratore (20) workshop (16)

Google+ Followers

Networked Blog

Zazzle Shop

Visualizzazioni totali

Post più popolari

Zazzle shop - Comic Who

Tandem Jeunesse 2011

Tandem Jeunesse 2011
Cette année, je participe aussi!

Comic Who

Comic Who
http://www.comicwho.com/